La SGI di Avezzano, in via F.Crispi 17, è Test Center autorizzato dall’AICA al rilascio della Skills Card ed allo svolgimento dei test per il superamento dei moduli necessari per il conseguimento della certificazione. 

Un Test Center è una sede d’esami permanente, accreditata da AICA in base al possesso di requisiti, conformi a standard europei, concernenti le attrezzature informatiche, la sicurezza e gli aspetti igienico-sanitari. Presso un Test Center è possibile acquistare la Skills Card, sostenere gli esami ICDL e ritirare il Certificato ICDL, dopo aver superato gli esami previsti.

La Skills Card è un documento ufficiale e personale, emesso da AICA, costituito materialmente da un tesserino: essa abilita il suo proprietario all’effettuazione di esami ECDL e consente la registrazione degli esami via via effettuati; la Skills Card sta agli esami ICDL come il libretto universitario rispetto agli esami di università.

Ulteriori informazioni su prezzi e modalità di esame, potrai richiederle telefonando al 0863.410876, inviando un’email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure direttamente in sede. 

ICDL rappresenta a livello nazionale e internazionale lo standard riconosciuto per la computer literacy. 

Lo scenario digitale a livello mondiale è in profonda ristrutturazione. La straordinaria diffusione di dispositivi mobili, la possibilità di utilizzare applicazioni remote e di memorizzare anche i propri dati in rete, l'uso “sociale” delle tecnologie hanno modificato le connotazioni dei principali attori del mercato e il loro modo di competere.

In questo grande cambiamento il CEPIS (Council of European Professional Informatics Societies), a livello europeo, e le associazioni come AICA, a livello nazionale, che sono fra gli osservatori più attenti delle evoluzioni tecnologiche e del loro impatto sulla società, assumono un ruolo molto importante, supportando l'intera società nella comprensione e nell'adozione “saggia” delle tecnologie informatiche.

La Fondazione ICDL si pone l'obiettivo di favorire un uso competente delle tecnologie informatiche in tutto il mondo, rafforzando gli individui, le organizzazioni e l'intera società attraverso la diffusione di programmi di certificazione di alto valore. Nel decennio scorso, l'oggetto principale di questo compito poteva abbastanza facilmente essere identificato nella conoscenza e nella capacità d'uso delle principali applicazioni d'ufficio (elaborazione testi, fogli elettronici, presentazioni ecc.).

Le competenze digitali del futuro saranno sempre più variegate e flessibili di quelle attuali, riguarderanno la capacità di usare anche applicazioni semplici in modo disinvolto.

La società moderna ci conduce necessariamente all'apprendimento continuo e del lavoro che, proprio grazie alle tecnologie mobili, non conosce più limiti precisi di spazio e di tempo. Anche le normative comunitarie e nazionali hanno recepito queste mutazioni. Il Quadro Europeo delle Qualifiche (EQF) è il riferimento per il mutuo riconoscimento delle competenze nell’area comunitaria e il Governo italiano ha recentemente definito le regole del sistema nazionale della certificazione di competenze, tra cui quelle digitali. L’Agenda Digitale, sostenuta dalla Commissione Europea, è una delle iniziative faro della strategia Horizon 2020 e punta ad avvalersi delle tecnologie digitali per favorire innovazione, imprenditorialità, sviluppo economico e integrazione sociale.

 

IL PERCORSO DELLE COMPETENZE DIGITALI

Con la crescita del livello di abilità, si procede lungo un percorso che parte dalla inclusione digitale fino a raggiungere la totale padronanza digitale. Questo è il percorso delle competenze digitali. Qualunque sia il punto di inizio su questo percorso, ICDL porta più lontano.

LE CARATTERISTICHE UNICHE DI ICDL

  • Valore internazionale garantito dall'uniformità di:
    • Syllabus (competenze richieste)
    • Question and Test Base (prove d'esame)
    • Qualità
  • Indipendenza: gli esami sono disponibili su piattaforme tecnologiche sia proprietarie che open.
  • Concretezza e completezza dei contenuti sistematicamente allineati all'evoluzione tecnologica e alle esigenze del mondo del lavoro.
  • Accessibilità "senza barriere" e con particolare attenzione alle fasce svantaggiate.
  • Network: modello adottato in tutta Europa e nel mondo da organizzazioni no profit e a vocazione socialmente responsabile.
  • Condivise dalle istituzioni di tutto il mondo.

 

Una volta che si superano  gli esami relativi alla certificazione necessaria, viene rilasciato il Certificato ICDL. Poiché l’ICDLnon è l’attestato di frequenza di un corso, ma è un attestato basato sul superamento di esami, vale la pena qui di sottolineare che per ottenere il Certificato  non è obbligatorio (anche se può essere opportuno) seguire un corso: la frequenza di un corso di preparazione agli esami ICDL è una libera scelta del candidato agli esami.
La certificazione ICDL, al contrario della Skills Card, non ha una scadenza. Non esistono né limiti d’età né prerequisiti a livello di titoli di studio per sostenere gli esami .

L’ICDL non costituisce titolo legale di studio, né si configura come qualifica professionale: è piuttosto un attestato che certifica il possesso, da parte di chi l’ha conseguito, di determinate competenze informatiche di base, definite in base a uno standard internazionale (il Syllabus).
Per queste garanzie di oggettività e per la sua ampia circolarità internazionale, conseguente all’essere uno standard europeo, l’ICDL ha ottenuto in Italia molti riconoscimenti istituzionali, tra i quali ricordiamo i seguenti. 
Ai fini del punteggio nei Concorsi Pubblici per titoli (o per titoli ed esami), il Dipartimento della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha dato parere positivo circa la possibilità di includere il Certificato ICDLfra i titoli culturali di merito, cioè tra quelli che vengono valutati ai fini del punteggio. 
La decisione è comunque a discrezione delle singole Commissioni che devono valutare se il livello di conoscenze informatiche richiesto per i profili professionali a concorso coincida con il livello formativo garantito dalla Patente Europea per il Computer.
ICDLpuò quindi essere fatta valere ai fini di avanzamento nella carriera nella pubblica amministrazione, ma anche in tal caso la decisione è lasciata alle singole Amministrazioni. 
L’ICDL è comunemente accettato come credito formativo agli esami di Stato (negli istituti scolastici superiori) e in molte università. 
Tuttavia, in una situazione di crescente decentramento, in cui ogni singolo Istituto scolastico, ogni singolo Ateneo, ogni singola Regione e ogni singola Provincia (da cui dipendono amministrativamente i Centri per l’Impiego) sono autonomi in materia di crediti formativi, non esiste una situazione omogenea per quanto riguarda i riconoscimenti ed ogni Ente decide in proprio se riconoscere un titolo come credito formativo e che punteggio assegnare.

Per ulteriori informazioni sulla Patente Europea del Computer: http://www.aicanet.it/